Flags of Our Fathers ····

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flags of Our Fathers ····

ImageFlags of our Fathers (Le bandiere dei nostri padri) è, nonostante parli della seconda guerra mondiale, un grande film sulla tragedia irachena, meglio un’impietosa denuncia contro le menzogne, la crudeltà con cui la politica accompagna qualsiasi conflitto. Motore della storia è la famosa foto scattata durante la Battaglia d’Iwo Jima (19 febbraio - 26 marzo 1945) per il possesso dell’isola giapponese che costituiva una sorta di porta per l’aggressione alle isole nipponiche. L'istantanea ritraeva sei soldati americani uniti nello sforzo di innalzare la bandiera a stelle e strisce e divenne una sorta d’immagine simbolo della vittoria contro il Giappone, tanto che su di essa fu plasmato il Marine Corps War Memorial, meglio conosciuto come monumento d’Iwo Jima.

Leggi tutto...

L'amico di famiglia ···

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amico di famiglia ···

ImagePaolo Sorrentino, una delle voci più originali del nostro cinema, lavora attorno ad un tema fisso: la forza che l’amore sa dispiegare anche su individui cinici e abbietti. Tale è Geremia, il protagonista de L’amico di famiglia. Un relitto fisicamente sconciato, vecchio, sporco, avaro sino al parossismo e, per giunta, dedito ad un mestiere particolarmente odioso, quello dell’usuraio. Gli capita di essere travolto dalle fresche carni di una ragazza che sta per sposarsi e al cui padre ha prestano dei soldi. Con il fuoco addosso, dimentica l’atavica prudenza, vuole persino mandare in ospizio la madre paralitica e non meno laida di lui.

Leggi tutto...

Uomini & donne - Tutti dovrebbero venire... almeno una volta ··

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini & donne - Tutti dovrebbero venire... almeno una volta  ··

ImageUomini & donne - Tutti dovrebbero venire... almeno una volta è il titolo, volgarotto, di una commedia americana che, in originale si chiama Trust the Man (Fidati dell'uomo). E’ la storia di due coppie formati da fratelli e sorelle sposati gli uni con le altre. Una coppia ha un figlio, l’altra non ne ha, ma in entrambe sono le donne a lavorare, in senso tradizionale, una è una nota attrice teatrale, sua sorella è segretaria in una società editrice, mentre i mariti rimangono a casa ad inventare slogan pubblicitari, scrivere nuovi romanzi, accudire il figlio e svolgere le faccende domestiche. Puntualmente arrivano pruriti e tradimenti. Una delle due coppie si spezza e, provvisoriamente, ciascuno va per la sua strada; l’altra affronta la crisi separandosi, ma non rinunciando all’amore reciproco.

Leggi tutto...

Il vento che accarezza l'erba ···

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento che accarezza l'erba ···

ImageIl vento che accarezza l'erba (The wing that shaker the barley) non èil miglior film di Ken Loach. Il famoso regista di film sociali si è rivolto alla storia irlandese d’inizio ‘900 per raccontare i soprusi di cui si sono macchiate le truppe inglesi, durante la repressione della lotta indipendentista, e la guerra civile. Quest'ultima ha visto fronteggiarsi, dopo il riconoscimento di sovranità da parte di Londra, fra nazionalisti, favorevoli al rispetto dell’accordo di pacificazione, e l’ala più rivoluzionaria che voleva proseguire la lotta sino alla costruzione di una nazione totalmente indipendente e socialista.

Leggi tutto...

28° Festival Cinéma Méditerranée di Montpellier

Stampa
PDF
Leggi tutto...Quattro film hanno segnato la 28ma edizione del Festival del Cinema Mediterraneo di Montpellier, due presentati fuori concorso, gli altri vincitori dei premi principali messi in palio dalla manifestazione. Sono opere legate da soggetti connessi fra loro: il dramma dell’emigrazione e i disastri della guerra. Iniziamo il nostro resoconto con i titoli ospitati al di fuori della competizione. Due autori, in particolare, si sono imposti all’attenzione: il serbo Goran Paskaljevic e l’israeliano Amos Gitai. Il primo ha presentato un racconto ad episodi, Optimisti (Ottimisti), articolato in cinque parti segnate dall’interpretazione di uno dei mostri sacri del cinema belgradese: Lazar Ristovski. S’inizia con un distinto signore che arriva tra un gruppo di sfollati da una terribile alluvione e propone, come rimedio ai loro mali, l’ipnosi e l’ottimismo. Si scoprirà che è un innocuo demente, sfuggito da un manicomio, ma la sua presenza sarà servita a far credere, per qualche minuto, a quei disgraziati che si possono essere felici facendo leva sulla forza della propria volontà.

Leggi tutto...

Lèmuri, il bacio di Lilith

Stampa
PDF

Leggi tutto...In provincia di Siracusa. Nel cast Cinzia Susino, Tanino Golino e il grande Walter Maestosi

VIRGADAULA GIRA L’HORROR “LEMURI, IL BACIO DI LILITH”

Inizieranno il 4 novembre a Canicattini Bagni, in provincia di Siracusa, le riprese del film Lèmuri, il bacio di Lilith, regia di Gianni Virgadaula, un horror muto in bianco e nero completo di didascalie (proprio come usava il cinema dei primi decenni), realizzato dall’Istituto Culturale di Sicilia per la Cinematografia (Onlus), con la collaborazione della Film Commission di Siracusa. Gianni Virgadaula, regista di rilievo nel panorama della cinematografia isolana e conosciuto come “regista dei santi” per le molte monografie dedicate alle vite dei santi, compie dunque un salto di stile e di contenuti per lui del tutto inconsueti: cimentarsi in un classico film horror, che si rifà – come egli stesso ha dichiarato – al cinema espressionista tedesco e che ha quindi come modello i celeberrimi Nosferatu di Murnau e Vampyr del danese Dreyer.

Leggi tutto...

Fascisti su Marte - Una vittoria negata ··

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fascisti su Marte - Una vittoria negata ··

ImageIl cinema italiano è solito percorrere, nella stragrande maggioranza dei casi, strade collaudate, spesso ripetitive, raramente originali, perciò fa piacere incontrare un prodotto come Fascisti su Marte - Una vittoria negata che Corrado Guzzanti ha scritto, diretto e fotografato con Igor Skofic dilatando i personaggi e le situazioni inventate per un suo siparietto inserito nella trasmissione televisiva Il caso Scafroglia. La prima tappa è stata quella di realizzare un mediometraggio di circa 45 minuti, presentato nella sezione Nuovi Territori della Mostra del Cinema di Venezia del 2003. Il secondo gradino ha visto quei materiali rimpolpati con nuove scene sino a raggiungere la lunghezza canonica di un film.

Leggi tutto...

Giardini in autunno ····

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giardini in autunno ····

ImageIl governo sta attraversando una grave crisi e si decide di usare il ministro dell’agricoltura, Vincent, come capro espiatorio. Lo si obbliga a lasciare l’incarico e lo si priva di tutti i simboli e i privilegi del potere. Il successore cambierà ogni cosa negli uffici, compresi i posacenere, e v’introdurrà, quale massima evidenza del mutamento, un ghepardo e un tucano come arredi esotici. Nel frattempo l’ex- ministro, che è stato anche abbandonato dall’amante, ritorna nel suo quartiere e scopre un ritmo di vita, un gusto per la chiacchiera, le bevute, l’amicizia che nulla ha a che fare con i rituali e gli obblighi del potere. Quando, qualche tempo dopo, incontrerà il suo successore, anche lui caduto in disgrazia, non proverà né gioia né piacere e lo inviterà a bere un bicchiere assieme ai nuovi amici.

Leggi tutto...

The departed - Il bene e il male ····

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The departed - Il bene e il male ····

ImageThe Departed - Il bene e il male è uno dei migliori film di Martin Scorsese; un’opera che sta alla pari con testi come Mean Streets (1973), Taxi Driver (1976) e Quei bravi ragazzi ( 1990). Lo scenario è quello dei quartieri irlandesi di Boston dove un boss malavitoso fa il bello e il cattivo tempo trafficando in stupefacenti e taglieggiando i commercianti. La polizia statale tenta da anni di incastrarlo senza riuscirci; nasce così l’idea d’infiltrare un agente nella banda per prevenirne le mosse. Tuttavia, anche il bandito ha la stessa idea e riesce a far penetrare un suo uomo fra gli agenti. La storia ha per poli questi due portatori di menzogna, le loro paure, i rischi che corrono, gli errori che commettono. Il finale sarà tragico per entrambi, anche se la giustizia trionferà seppure di misura e con metodi tutt’altro che legali.

Leggi tutto...

Il segreto di Esma - Grbavica ····

Stampa
PDF
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il segreto di Esma - Grbavica ····

ImageIl segreto di Esma - Grbavica opera d'esordio di Astila Žbaniæ racconta uno dei tanti drammi delle guerre seguite alla dissoluzione della Jugoslavia. Durante il conflitto serbo – bosniaco Esma è stata imprigionata, torturata e stuprata ripetutamente dai miliziani cetnici. Oggi è ritornata a Sarajevo, ove vive a fatica facendo tre lavori e subendo continue umiliazioni, con la giovane figlia Sara, nata da quelle violenze. La ragazza non sa nulla di ciò che è capitato alla madre e, come molti coetanei, non ha memoria del gran massacro. Lei vive in un mondo fatto di misera americanizzazione e di malavita imperante.

Leggi tutto...