Stampa
PDF
 

Mothers Mothers Nuovo

Mothers

Cast, Crew, Infos - Cinema

Titolo originale
Mothers
Sceneggiatura
Liana Marabini
Interpreti
Christopher Lambert, Remo Girone, Victoria Zinny, Margherita Remotti, Mara Gualandris.
Nazionalità
Anno
Durata
118

Liana Marabini non fa mistero della sua professione di fede che la fa fervente cristiana tanto da avere fondato nel 2010 a Roma il Festival Internazionale del Film Cattolico (Mirabile Dictu) sotto l'Alto Patronato del Pontificio Consiglio della Cultura. Questa sua posizione non la rende la persona più adatta per raccontare – con oggettività – i rapporti tra la nostra religione e l’Islam.

Per lei i buoni stanno da una parte, i cattivissimi dall’altra solo perché non la pensano come la regista che in questo caso è anche sceneggiatrice, produttrice e distributrice. Nulla è messo in discussione, sembra di vedere un western classico in cui i visi pallidi erano giustificati anche nelle loro malefatte perché contro avevano i pellerossa che era giusto sterminare. Ideologicamente molto discutibile, contenutisticamente povero, raggiunge i suoi livelli più bassi nel non tenere presenti i rischi del ridicolo, con una Siria riprodotta nel cuore della campagna bolognese, a Sasso Marconi, dialoghi a dire poco qualunquistici, un sincrono che spesso manca – il film è stato girato in inglese – musiche tragediose non belle, un cast che racchiude anche nomi noti ma non sempre sono adatti ai loro personaggi, un trucco per tutte le attrici che le fa vedere come signore dell’alta società – probabilmente l’ambiente naturale della regista – anche quando col velo dovrebbero essere donne arabe (infelice la scelta della pur brava Margherita Remotti come mamma del foreign fighter nato in Italia ma di origine marocchina). All’autrice di questo pasticcio interessa solo disconoscere l’evidenza dei fatti, la cronaca del variegato mondo in cui vivono e coesistono situazioni di tensione religiosa che non portano necessariamente ad attentati sanguinari. Per lei il Corano è un mezzo fuorviante che conduce al peccato, una lettura pericolosa soprattutto per i più giovani. Gli unici arabi che salva sono i magrebini perché accettano che la figlia si sposi con un cattolico e il nipotino sia battezzato in Chiesa. Sarebbe interessante conoscere attraverso le sue parole – non con le immagini che si devono subire – da cosa nascano queste certezze. Il peggio nella realizzazione, forse, lo si raggiunge nelle scene finali quando, al posto di due neonati vengono utilizzate bambole che non riescono nemmeno ad imitare le fattezze dei bimbi in fasce. Non che in precedenza la regista fosse riuscita a convincere e i suoi lavori sono stati stroncati. The Gardener of God (2010) sul prete cattolico e padre della genetica moderna Gregor Mendel – anche qui con Christpher Lambert – non ha praticamente trovato circuitazione e non solo in Italia, The Unseen World (2010), interpretato da F. Murray Abraham, vorrebbe raccontare la spiritualità di John Henry Newman nell’Inghilterra vittoriana, Vivaldi, the Red Priest (2009) racconta di Antonio Vivaldi e dei suoi rapporti con la Chiesa. Tutti girati in inglese (anche il sito del suo ultimo titolo non lo si trova in italiano) hanno come unico tema la religione e danno la sensazione che non le manchino i mezzi finanziari per girare, non altrettanto può dirsi delle capacità registiche. In Mothers dispiace vedere coinvolti attori forse non eccezionali, ma di buona qualità, quali Remo Girone, Christopher Lambert, Victoria Zinny e Margherita Remotti uniti a volenterosi giovani attori che appaiono ancora più a disagio dei loro più esperti colleghi. Angela è vedova e scrittrice di successo che ha riservato tutti i suoi sforzi nell'educazione del unico figlio. Fatima è una musulmana nata in Marocco emigrata giovanissima insieme al marito. Entrambe sono impotenti di fronte alla decisione dei loro ragazzi di aderire al Isis e si sentiranno schiacciate dal peso di queste scelte divenendo per tutti reiette. Dissimili per religione, classe sociale, cultura di provenienza e valori, troveranno la forza di affrontare la situazione e instaureranno un forte legame di amicizia che le salverà dalla disperazione. Attorno a loro, in un gruppo di ascolto, altre persone che hanno vissuto situazioni di disagio legate all'estremismo e al fondamentalismo islamico, al mondo della

Jihad.

Image Gallery

Mothers
Mothers
Mothers

opinioni autore

 
Mothers 2017-04-17 17:29:25 Umberto Rossi
Giudizio complessivo 
 
4.0
Opinione inserita da Umberto Rossi    17 Aprile, 2017
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews